IMPARIAMO  IL  MARE

 
 
 
 

 

 
 

 

Cos'è il mare?

Il mare è una forma di verità definibile e misurabile.

Misurabile significa: traducibile in numeri.

Traducibile in numeri significa che se un ricercatore afferma di aver misurato, in un punto del mare Adriatico e in una determinata ora del giorno, la temperatura di 20°C (gradi centigradi, o Celsius) e la salinità di 37,5 grammi per litro, sarà creduto in California, a Canton, a Vladivostock, a Buenos Aires e in tutte le altre parti del mondo. Qualcuno forse potrà suggerire migliori precisazioni, ma non ci sarà mai guerra per questo.

 

Carta delle profondità oceaniche (batimetrica).

Le zone più scure sono le più profonde.

 

 

 Il mare è una composizione liquida di acqua e vario minerale salino uniformemente disciolto, in quantità però variabile in relazione al luogo, alla stagione, all'ora della giornata o della notte. 

A seconda di dove lo si misura, il mare potrà essere più caldo, o più freddo, potrà anche gelare, ma non potrà mai, nel suo ambiente naturale, bollire. Se ciò accadesse, cosa succederebbe?

La vita sarebbe distrutta causa il grande calore, o le immense nubi che si formerebbero restituirebbero, dopo un poco di tempo, tutta l'acqua? Scomparirebbero soltanto gli esseri umani e gli animali, e il pianeta subirebbe un arretramento biologico di milioni d'anni? O morirebbe proprio tutto? O qualcosa si salverebbe?

Importante sarebbe capire cosa potrebbe produrre un tale fenomeno.

Imparate a discutere tutte le domande che vi vengono in mente, anche se fantastiche e astratte. Sappiate però che per conoscere la verità ogni fatto dovrà essere sperimentato praticamente. Se l'esperimento non sarà possibile, si dovrà capire di aver formulato soltanto una ipotesi, e si dovrà accettare che ve ne possano essere anche tante altre, diverse.

 

Più ancora delle grandi foreste e delle montagne, il mare contribuisce alla regolazione del clima del nostro pianeta. Senza di esso, probabilmente, non esisterebbe la vita poiché, se non esistesse il mare, non esisterebbe nemmeno l'acqua dolce (o viceversa).

 

http://www.mare.it/

http://afbioceano.virtualave.net/

Importanti siti di divulgazione scientifica sul mare. Imparerete un po' di fisica e un po' di biologia, con foto istruttive.

 

 
 

 
 

Mare Adriatico. Imbarcazione oceanografica "Salvatore Lo Bianco" del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Ancona.

 

 
 

 
 

Operatività oceanografica.  Strumentazione d'uso.

http://adria.irpem.an.cnr.it/

 

Durante l'estate possiamo rinfrescarci e divertirci con l'acqua di mare, la spiaggia e il sole.

 

     

http://web.tiscali.it/sombrero

 

Il mare accoglie la vita lavorativa dell'uomo. Via mare tutti i continenti diventano raggiungibili dalle navi, ed enormi quantità di merci possono essere trasportate da un luogo a un altro (si pensi, ad esempio, al petrolio e ai minerali di fonderia).

Sebbene più lento, il commercio marittimo non potrà mai essere completamente sostituito da quello stradale, ferroviario od aereo.

 

Vecchia marineria mercantile

 

Ci sono ancora navi da guerra, ma per eliminare la guerra occorre prima pacificare le nazioni  del mondo. Questo, con più buona volontà e meno fanatismo si potrà fare; il contrario non si può fare.

 

 Corazzata veloce della Seconda guerra mondiale

www.maritime.org/hnsa-guide.htm

 

Il mare è anche una strada di viaggiatori che si spostano da un continente a un altro; un tempo di più per affari, oggi, grazie al traffico aereo, di più per divertimento e turismo.

 

 
 

 
 

 

 

 
 

Navi da crociera "Royal Clipper" e "Wind Song"

http://www.crociereonline.net/

 

Il mare è sorgente di vita. 

 

 
 

 
 

 

La catena del cibo ha inizio, dal plancton, complesso di microscopici esseri viventi "che vagano" (da qui la provenienza etimologica del loro nome) sospinti dalle correnti calde o fredde, impossibilitati a dirigersi per volontà propria.

 

 
 

 
 

 
 

Plancton animale e vegetale. Copepode e diatomee in figura. Esistono innumerevoli specie planctoniche che fanno parte del cibo di una gran parte di pesci e altri animali marini, sino alle più grandi balene. 

 

 
 

 
 

Coltivazione di mitili in mare.  I mitili (cozze) sono molluschi sessili (stanno fermi - "seduti" -) che si nutrono di plancton.

 

 

La catena alimentare può avere inizio, però, anche dal fondo.

 

 
 

 
 

 
 

Fondali a Caulerpa

 

 
 

 
 

 
 

Fondale a madrepore e a poriferi (spugne)

 

 
 

 
 

Fondale a corallo

 

 
 

 
 

Pesce San Pietro

 

Il mare, al pari della montagna e del bosco, è grande ispiratore della immaginazione umana e dell'arte.

La leggenda del pesce San Pietro racconta che un giorno, sulle rive del mare, il grande Santo fu fermato da alcuni increduli che presero a schernirlo.
= Tu sei San Pietro? - gli dissero - Ma vattene!

Allora San Pietro si ricordò di essere stato il più famoso pescatore di Galilea, mise una mano nell'acqua e ne tirò fuori un pesce, che subito dopo liberò.

Da quel giorno, per gratitudine, il pesce San Pietro reca, su ognuno dei suoi fianchi, l'impronta digitale del grande Santo.

 

Un sito che intende il mare come arte, oltre che come sport e scienza:

http://www.cosedimare.com/

 

 
 

 
 

 
 

Cosedimare:  Preparazione di una mattanza e vele al largo di Levanzo. Foto di Fabio Marino.

Mattanza è la cattura del tonno preventivamente sospinto in trappole chiuse, dette tonnare. Levanzo è un'isola dell'arcipelago delle Egadi, piccola, ma già abitata al tempo degli uomini delle caverne. Le Egadi sono un gruppo di isole siciliane, vicine a Trapani.

 

Gli animali marini sono studiati in biologia e zoologia, però sono molto apprezzati anche nell'arte culinaria. 

Alla mamma mostrate questo sito di ricette di pesce. 

www.iniziativapesca.federpesca.it/menupage.asp?ricette

 

Ed ora cliccate e osservate bene i siti citati, per imparare di più.

 

 

Impariamo il mare

 

L'ambiente marino

Un po' di Oceanografia

Torna alla base

Torna alla Home page

 

 

FINE