Montevideo, 12 settembre 2004.

 

 
 

Parte dei Soci del C.G.U. , con varie generazioni di esuli e discendenti. 

 Regge la bandiera dell''Istria Vittorio Baldini, nato a Trieste 100 anni fa .

 

    

 
  

 Il 12 settembre 2004 è stato celebrato nel "Club del Pesca Ramirez" a Montevideo, il 10° anniversario del "Circolo Giuliano dell'Uruguay".

Come spiegato dal suo Presidente, Sig. Gianfranco Premuda, il sodalizio si è formato nel 1985 assieme ai Friulani. Poi, il 24 luglio 1994 è stato fondato ufficialmente  il Circolo Giuliano, data in cui nella Missione Cattolica Italiana l'Assemblea dei Soci ha approvato lo Statuto, successivamente legalizzato dal Ministero Competente che ha concesso la "responsabilità giuridica". 

Durante la celebrazione il Presidente Premuda ha parlato delle attività svolte in questi 10 anni, fra cui quelle culturali, e l'organizzazione di un Congresso di giovani discendenti giuliano-dalmati del Sud America. Si è pure riferito al futuro dell'Associazione ed al passaggio delle generazioni, con l'inserimento nelle sue file di persone più giovani, ed all'operare in collaborazione con altre Associazioni della Collettività Italiana nell'Uruguay.

La Signora Marianna Gianasso ha letto il messaggio inviato, per l'occasione, dal Presidente della "Associazione Giuliani nel Mondo" Dario Rinaldi (v. in calce).

A questa così importante commemorazione erano presenti il Console d'Italia dott. Michele Pala, rappresentanti delle Associazioni del Veneto e del Trentino, come pure della Stampa: "Spazio Italia" e "RAI International". L'occasione è stata propizia per ricordare gli avvenimenti che saranno commemorati il prossimo 10 febbraio: "Giornata del Ricordo". Tale data è dedicata a quanto è successo dopo la capitolazione dell'Italia, quando migliaia di italiani residenti nei territori ceduti alla Jugoslavia furono uccisi e gettati nelle miniere di bauxite e cavità caratteristiche dell'Istria, Fiume, Gorizia e Dalmazia. Si parla di oltre 16 mila vittime, quasi tutte italiane.

La Storia è ancora debitrice di una revisione a fondo di questo tema, il quale conta diverse fonti d'informazione a seconda del materiale di consulta, sia proveniente dalla ex-Jugoslavia, sia dall'epoca del fascismo o del partito che lo rappresenta, sia dal comunismo o dai partiti italiani di sinistra.

Però, quello che è vero è che finalmente il Governo Italiano ha riconosciuto questi fatti ed ha istituito, con la Legge n. 92 del 30 marzo 2004 la solennità civile del "Giorno del Ricordo", da celebrare annualmente ogni 10 febbraio.

I luoghi dove furono trovati i corpi delle sfortunate vittime sono tipiche formazioni rocciose denominate "foibe" e le azioni di gettarvi i cadaveri sono dette "infoibare".

Numerosi sono stati i tentativi di definire questi posti, e l'organizzazione che si incarica di conservarne il ricordo ha scelto:

   " Foibe : tombe senza nomi e senza fiori, dove regna il silenzio dei vivi  e il silenzio dei morti... "

 

***

Ringraziamo Furio Percovich (di profilo, sulla sinistra, accanto alla bandiera fiumana) al quale abbiamo chiesto aiuto per la composizione delle didascalie.  N.d.R.

 

 

 

 

Il Console d'Italia in Uruguay  Dott.Michele Pala illustra il significato della "Giornata del Ricordo" in memoria dell'Esodo e delle Vittime delle Foibe.

 

L'Ing. Gianfranco Premuda (fiumano) Presidente del C.G.U. relazionando la prima decade di attivitá.

 

 

 
 
  

MESSAGGIO

DELL'ASSOCIAZIONE "GIULIANI NEL MONDO", DI TRIESTE

PER IL 10° ANNIVERSARIO DI FONDAZIONE

DEL CIRCOLO GIULIANO DELL'URUGUAY

 

Carissimo Presidente, carissimi Amici,

 con il 10° anniversario di fondazione, il Circolo Giuliano dell’Uruguay ha raggiunto un importante traguardo, che conferma la validità e l’insostituibile funzione del vostro Sodalizio per tutti gli Istriani, i Fiumani ed i Giuliano-dalmati che vivono ed operano nel vostro Paese.

 Condividiamo la vostra profonda soddisfazione e la vostra grande gioia per questo avvenimento; tutta la grande famiglia che, nei cinque Continenti, si raccoglie nell’Associazione Giuliani nel Mondo, partecipa idealmente, con intensità di sentimenti e di affetto, alla vostra festa per sottolineare la ricorrenza.

In questa significativa circostanza vi esprimiamo da Trieste le più vive felicitazioni per quanto avete saluto realizzare in questi dieci anni e, come Associazione Giuliani nel Mondo, manifestiamo un sincero apprezzamento ed una profonda gratitudine ai fondatori ed ai dirigenti del Circolo, ai presidenti che si sono succeduti nel tempo, a tutti coloro che hanno lavorato con costanza e con impegno per dare solide basi anche all'attività futura del Vostro Sodalizio, per la quale formuliamo fervidi auguri e sinceri auspici di ulteriori importanti affermazioni. 

Questa festa costituisce anche una chiara manifestazione della vostra volontà di conservare nel tempo in tutti voi, nelle vostre famiglie e nella vostra comunità, i sentimenti di convinta appartenenza alle genti istriane e giuliane e la memoria della vostra storia; di mantenere vivi, anche in Uruguay, in modo aggiornato e moderno, aperto al futuro, i valori della vostra cultura originaria, la vostra identità italiana e giuliano-dalmata, trasmettendoli anche alle nuove generazioni; di valorizzare il grande contributo dato, con le vostre capacità e con il vostro lavoro, al Paese che vi ha accolti e di cui siete ormai parte integrante.

Sono queste la volontà a l'impegno che ci legano, che accomunano e che rendono solidali, in Uruguay, in tutta l'America Latina come negli altri Continenti, quanti si raccolgono nella grande famiglia dell'Associazione Giuliani nel Mondo, di cui anche il Vostro Circolo fa parte.

Con questo spirito, con questi sentimenti e con questi comuni propositi, inviamo da Trieste, dall'Associazione Giuliani nel Mondo, a tutti gli istriani, i giuliani, i fiumani ed i dalmati riuniti a Montevideo per celebrare la ricorrenza, un cordialissimo saluto, assieme a rinnovate congratulazioni ed auguri di pieno successo della manifestazione.

 

A tutti un fraterno abbraccio!

                                                          Dario Rinaldi

Presidente dell'associazione "Giuliani nel Mondo".

Trieste, 11 settembre 2004.

 

 
 

 

 

Torna a "Spazio Fiume"

Torna alla base

Torna alla Home page

 

F  I  N  E