La  mia  Contrada

 

Sì, sì, son de gomila e me ne vanto,

non sofigo la voze del mio cor.

Volè saver perchè mi parlo e canto

cussì, in fiuman, con anima e calor?    4.

 

Perché son nato proprio in Zitavecia,

a drio del mio Castel, in Barbacan,

non sifio a nissun in tel' orecia,

ma zigo sempre forte: son fiuman!    8.

 

Del zepo mio xe longhe le radise,

el sangue che ghe score puro e bon,

el fondo del Quarnero ve lo dise

che non lo smove gnanca un gran ziclon    12.

 

In Barbacan se imboca quattro vie:

xe un salto, indove che se ga de andar,

per volti, piazze e alegre calli mie,

da questa mia contrada fino al mar!    16.

 

Sentivo in leto l'ora de la Tore,

a mesogiorno el tiro del canon,

de sera la campana dele Suore:

el orologio el m'era sempre bon!    20.

 

Ma che dolor pensar crolar sti muri

per darghe posto forsi a grataziel...

I ga pasado giorni boni e duri:

per mi xe stado sempre caro e bel!    24.

 

O archeologi, o piconi, a Fiume antica

guardè de sparagnar l'Arco Roman,

San Vito, el Domo e infin la Tore amica,

che i xe stampadi in cor del bon fiuman!

 

Egidio Milinovich

 

1.  son de gomila - Nome originario dato alla Cittavecchia di

     Fiume. Si veda la poesia di Podzer, del 1917,

"El Caligher..."

 

2.  sofigo - Con l'accento sulla prima o. - Sta per "soffoco",

     "nascondo".

 

7.  non sifio...in tel'orecia - Non "sussurro", "bisbiglio" all' orecchio.

 

8.  zigo - Grido.

 

9.  zepo - Ceppo, stirpe, schiatta familiare o cittadina.

 

11. Quarnero - Italianizzato "Carnaro". Praticamente il golfo di

Fiume e il mare intorno Cherso, Lussino e la costa istriana.

 

14. xe un salto - Essendo la calle Barbacane ubicata nel centro

della Cittavecchia, da lì, in brevissimo tempo si poteva rag- 

      giungere qualsiasi luogo della città, sino al mare.

 

17. in leto - A letto.

 

23. I ga pasado giorni boni e duri - L'Autore si riferisce a tutta

     la storia della città, (Tarsatica) sin dai tempi degli antichi

     romani, sempre cara e piacevole da ricordare, nonostante le

     varie peripezie storiche.

     Riguardo a Tarsatica si veda, su "Spazio Fiume", la nota

     culturale di S. A. Gherbaz.

 

26. sparagnar - Risparmiare.

 

Note di Redazione.

    

Dal numero di dicembre 2005 di "In corso fiuman",

notiziario del Circolo Fiumano di Melbourne.

 

Torna alla Home page            Torna alla base